Ziogratis.it

Ziogratis.it

Giochi Casino Online e Slot Machine Online Gratis

Storia di Craps

November 15, 2013 | Comments Off on Storia di Craps

I dadi affascinano le persone e decidono il destino da oltre 2000 anni. Anche il linguaggio dei dadi trova e nella storia. Quando Giulio Cesare prese la sua critica decisione di far valicare il suo vittorioso esercito oltre il Rubicone andando contro l’editto di Roma, prese una frase a prestito dal gergo dei giocatori di dati: “Alea lacta alea est.” Il dado è tratto.

Gli uomini più alla moda del 18º e 19º secolo in Inghilterra tiravano dadi in un gioco chiamato Hazard all’interno di lussuose case private per il gioco d’azzardo. I francesi impararono il gioco dagli inglesi lo chiamarono “Craps,” una forma viziata di “Crabs,” nome con cui veniva chiamata una copia di uno. Quando i conquistatori arrivarono nel nuovo mondo, portarono i loro dadi con loro. Ben presto un uomo di origini americane di nome Bernard de Mandeville, ha dato il gioco dell’originale hazard a New Orleans nel 1813. Nell’hazard il mazziere, osetter, impone una posta.

Il giocatore, o caster, chiama un main (un numero da 5 a 9, estermi inclusi) e poi lancia due dadi. Se il lancio ha successo (throw in), ovvero se fa nnick, si aggiudica la posta. Il 5 è battuto dal 5; il 6 dal 6 o dal 12; il 7 da 7 o 11; l’8 da 8 o 12; il 9 dal 9. Il caster perde (throw out) perdendo la posta, quando ottiene assi o due–asso (crabs, o craps), oppure quando ottiene 11 o 12 con un main di 5 o 9, 11 contro 6 o 8, e 12 contro 7.

Qualsiasi altro tiro rappresenta la sua chance; continua a lanciare finché continua a presentarsi la chance, quando vince, o finché non appare il main, quando perde. Quando si ottiene una chance, il setter paga più della puntata originale, a seconda delle odd specificate. Nell’hazard francese il giocatore gioca contro il banco. Nell’hazard inglesi, o chicken, il giocatore gioca contro un avversario.

Mandeville semplificò l’hazard nel gioco di craps privato che si gioca al giorno d’oggi. Il Craps privato poi spostò lungo il Mississippi sulle barche a vapore e si diffuse nei casino e nelle sale da gioco in tutta la nazione. La versione originale di craps permetteva solo puntate field e come, cosa che rendeva il gioco molto vulnerabile contro i dadi truccati, che venivano usati molto spesso. Questo fino all’arrivo di John H. Winn, un produttore di dati di professione, che creò una versione innovativa di craps, nella quale giocatori potevano puntare sul roller o contro di esso.

Questo eliminòl’utilità dei dadi truccati e creò le versioni molto popolari di craps che vengono giocate ancora oggi. Entro il 1910, craps era diventato il gioco da casino più popolare al mondo.

Oggi il craps si gioca nelle sale e nei club di tutto il paese. Fino a 30 milioni di americani giocano a dadi ogni anno. E le puntate possono essere gigantesche. Qualche anno fa, un uomo d’affari di Detroit mandò in bancarotta la banca di un casino quando vinse $ 300.000 in meno di due ore di gioco.